Cisco: evita il coronavirus, resta a casa, usa Webex

Seguici

Se in qualche modo riesci a ottenere un virus tramite Webex, non sarà il coronavirus.

Il gigante della rete Cisco sta entrando nel gioco del monitoraggio e mitigazione del coronavirus con la sua proprietà di riunione remota Webex. La società osserva che sulla scia dei mandati emessi ai dipendenti per fermare i piani di viaggio e / o lavorare da casa, il traffico attraverso la sua spina dorsale Webex è aumentato in modo significativo.

Il traffico delle riunioni Webex che collega gli utenti cinesi ai luoghi di lavoro globali è aumentato di 22 volte dall’inizio dell’epidemia; il traffico in altri paesi asiatici è aumentato del 400 percento o più e le percentuali di iscrizione gratuita nei paesi colpiti sono aumentate del 700 percento o più.

In risposta, Cisco offre un utilizzo temporaneamente illimitato (senza limiti di tempo) in tutti i paesi in cui il servizio è disponibile (elenco completo qui ), non solo quelli più colpiti dal coronavirus. La società offre anche licenze gratuite di 90 giorni per le aziende che non sono attualmente clienti Webex e offre aggiornamenti gratuiti ai clienti il ​​cui piano attuale è insufficiente per far fronte all’aumento del traffico a causa dell’epidemia.

Nei paesi più colpiti, il software di telepresenza e telelavoro come Webex è attualmente l’unica alternativa a un arresto completo delle attività. Nel suo comunicato stampa, Cisco evidenzia il Nesbitt Center, un’organizzazione che lavora con giovani adulti disabili a Hong Kong.

A tutte le scuole di Hong Kong, incluso il Nesbitt Center, è stato richiesto di sospendere i programmi giornalieri durante l’epidemia. La videoconferenza Webex ha consentito al Centro Nesbitt di continuare a offrire sessioni educative nonostante il blocco.

Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
3 + 4 =