Google descrive in dettaglio i nuovi aggiornamenti Bluetooth in stile AirPods per Android

Seguici

Il Bluetooth sarà un po ‘meno orribile, con informazioni sulla batteria, trova il mio dispositivo e altro ancora.

Google ha finalmente iniziato a distribuire Pixel Buds di seconda generazione e con loro è arrivata una serie di nuove funzionalità per lo stack Bluetooth di Android.

I Pixel Bud di seconda generazione sono le prime cuffie senza fili di Google e sono finalmente in vendita a $ 179 negli Stati Uniti. Sono stati annunciati sei mesi fa all’evento hardware annuale di Google, insieme a Pixel 4 , Pixelbook Go e Nest Wi-Fi . Hanno un Google Assistant sempre attivo, una custodia di ricarica e nessuna cancellazione attiva del rumore.

Bene bene. Ciò che è molto più interessante sono le nuove funzionalità Bluetooth  che Google sta abilitando per tutti i telefoni Android con Android 6.0 e versioni successive. Queste sono tutte caratteristiche di qualità della vita che copiano le funzionalità esistenti di Apple Airpods, ma Google collabora anche con altri produttori di cuffie, offrendo un migliore Bluetooth all’ecosistema più ampio. La prima azienda che ha accettato l’offerta di Google è Harman Kardon (una divisione di Samsung Electronics) per Harman Kardon Fly.Innanzitutto, le cuffie appariranno nell’app ” Trova il mio dispositivo ” di Google e sarai in grado di individuarle facilmente con le stesse funzionalità esistenti per i telefoni. Sarai in grado di far suonare le cuffie in modo da poterle localizzare nelle vicinanze o, per ricerche più lontane, sarai presto in grado di visualizzare la loro ultima posizione nota su una mappa. Google menziona specificamente questo fatto per “l’app”, ma si spera che le cuffie vengano visualizzate anche sulla pagina Web Trova il mio dispositivo .

Riceverai anche alcune notifiche telefoniche in tempo reale per le tue cuffie, che possono apparire non appena accendi le cuffie. Innanzitutto c’è “Fast Pair”, lanciato nel 2017. Questo genererà una notifica “tocca qui per accoppiare” su tutti i dispositivi vicini, evitando di dover scavare attraverso le impostazioni Bluetooth. Per gli auricolari wireless, potrai anche vedere il livello della batteria non solo delle cuffie, ma anche della custodia di ricarica, direttamente nel sistema operativo. Se la custodia di ricarica ha una batteria scarica, riceverai anche una notifica al riguardo.

Il nuovo sistema supporta anche la ridenominazione automatica dei dispositivi Bluetooth. Quindi, dopo aver configurato le cuffie per la prima volta, verranno ribattezzate “Pixel Buds [il tuo nome]” in modo da poter facilmente vedere chi le possiede.

Non esiste davvero un ottimo marchio per le terze parti che producono queste cuffie Bluetooth ottimizzate per Google. Google sembra chiamare l’intera suite di funzionalità “Fast Pair” dopo la funzionalità lanciata nel 2017, ma ora supportano più funzionalità rispetto alla sola Fast Pair. Inoltre, non è chiaro come i consumatori saranno in grado di distinguere tra i dispositivi che supportano la funzionalità Fast Pair esistente e quali cuffie supportano tutte le nuove funzionalità descritte in dettaglio in questo post. Google dice solo “Harman Kardon Fly e i nuovi Google Pixel Buds saranno i primi veri auricolari wireless a godere di tutte queste nuove funzionalità, con molte altre a venire. Continueremo a lavorare con i nostri partner per portare Fast Pair a più cuffie Modelli.”

Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
9 + 17 =