I test sul coronavirus stanno iniziando a migliorare

Seguici

Venerdì mattina un raggio di luce incrinato attraverso la nube minacciosa della pandemia causata dal nuovo coronavirus: Il sanitario svizzero gigante Roche ha introdotto un nuovo test per il virus che potrebbe essere eseguito in modo più efficiente e con meno manodopera di diagnostica esistenti, potenzialmente raddoppiando la capacità negli Stati Uniti di rilevare il virus.

Ma la notizia sottolinea solo il grado in cui una delle grandi potenze tecnologiche del mondo, il paese leader nella generazione di nuove biotecnologie e progressi medici, si è imbattuto per testare i pazienti quando altre nazioni, compresa la maggior parte dell’Europa, della Cina e in particolare della Corea del Sud, sono stato in grado di fare molto più efficacemente.

La tecnologia alla base dei test per rilevare il virus, chiamata reazione a catena della polimerasi o PCR, è stata inventata negli Stati Uniti nel 1983. Anche qui sono stati introdotti progressi in altri approcci per rilevare virus, come anticorpi o sequenziamento genico. Ma il sistema sanitario americano si è dimostrato incapace di testare la propria gente per il virus, SARS-CoV-2 e la malattia che causa, Covid-19. Ad oggi, gli Stati Uniti hanno visto 1.629 casi e 41 decessi, anche se questi numeri potrebbero non riflettere la realtà a causa dei bassi tassi di test.

“Questo è un campanello d’allarme per i test diagnostici negli Stati Uniti”, ha affermato Michael Pellini, dirigente di una società di diagnostica di lunga data che ora è un socio amministratore della Sezione 32, una società di capitali di rischio. Ha affermato che è diventato troppo difficile ottenere nuovi test approvati e pagati dagli assicuratori. “Nessuno ha passato del tempo a valutare il sistema diagnostico. Quindi eccoci in una situazione ridicola. ” “Questo è un campanello d’allarme per i test diagnostici negli Stati Uniti”, ha affermato Michael Pellini, dirigente di una società di diagnostica di lunga data che ora è un socio amministratore della Sezione 32, una società di capitali di rischio. Ha affermato che è diventato troppo difficile ottenere nuovi test approvati e pagati dagli assicuratori. “Nessuno ha passato del tempo a valutare il sistema diagnostico. Quindi eccoci in una situazione ridicola. ”

Il test di Roche è una buona notizia perché rappresenta uno dei principali attori del settore privato che attacca l’epidemia di coronavirus con piena forza e perché la Food and Drug Administration si è mossa con la necessaria velocità di liquidazione. Ciò è in contrasto con la risposta del governo federale finora.

La nuova diagnostica di Roche esegue il test PCR per il virus su un sistema automatizzato chiamato cobas 6800/8800 (i numeri si riferiscono a un sistema sempre più piccolo). Paul Brown, capo di Roche Molecular Solutions a Pleasanton, California, ha dichiarato che la società ritiene di poter spedire 400.000 test ai suoi fine settimana dalle sue strutture produttive Nutley, NJ, ai laboratori già identificati dai Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie. test del coronavirus.

Sistema Cobas 8800 di ROCHE ROCHE

Attualmente gli Stati Uniti hanno la capacità di eseguire solo 175.000 test a settimana, secondo uno sforzo condotto dall’ex commissario della FDA Scott Gottolengo presso l’ American Enterprise Institute . Anche se questi test aggiuntivi sono online tutti in una volta, i pazienti potrebbero non essere in grado di ottenerli. Al momento, alcuni dipartimenti sanitari non hanno testato nemmeno i pazienti con febbre e dolore toracico che sono risultati negativi per altri virus . Sforzi come i centri di collaudo drive-through, che sono stati i pionieri della Corea del Sud e ora vengono lanciati dallo stato di New York e sviluppati dall’amministrazione Trump in collaborazione con l’industria privata, come annunciato oggi, potrebbero sicuramente aiutare.

Ma ogni paziente che presenta sintomi potrebbe aver bisogno di un test e ciò richiederà una capacità diagnostica ancora maggiore. In questo momento, il processo è lento, con i laboratori che impiegano spesso diversi giorni per tornare da medici e pazienti. Migliaia di test sono arrivati ​​online questa settimana da aziende come Quest Diagnostica , ma la capacità è ancora rimasta indietro rispetto alle prime promesse – e le esigenze di salute pubblica.

Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
19 + 3 =