L’America sta finalmente testando il coronavirus in volumi significativi

Seguici

L’America sta finalmente iniziando a testare il coronavirus in volumi significativi. Giovedì, il numero totale di test coronavirus condotti in America ha superato i 100.000, secondo il progetto di monitoraggio COVID . È un aumento di 10 volte rispetto a una settimana prima. Nei prossimi giorni, possiamo aspettarci che il ritmo dei test continui ad aumentare man mano che un numero sempre maggiore di organizzazioni, sia i laboratori accademici che le società a scopo di lucro, intensificano gli sforzi di test.

Questo è importante perché l’America ha molto da recuperare. Una serie di primi passi falsi a livello federale ha ostacolato gli sforzi di test dell’America nelle prime settimane della crisi del coronavirus. Fu solo alla fine di febbraio che la Food and Drug Administration aprì le porte a una vasta gamma di organizzazioni per offrire test del coronavirus.

Nell’ultima settimana, abbiamo iniziato a vedere i risultati di quel cambiamento. Le aziende private stanno iniziando a spedire centinaia di migliaia di test. Stazioni di test drive-through stanno spuntando in tutta l’America.

Ma l’esplosione di nuovi sforzi di test creerà sfide proprie. Josh Sharfstein, professore alla School of Public Health della Johns Hopkins University, sostiene che il coordinamento sarà sempre più importante all’aumentare del volume dei test. Una storia del giovedì sul Wall Street Journal ha dipinto un quadro del caos mentre i pazienti hanno lottato per essere sottoposti a test, anche dopo aver ricevuto un rinvio da un medico per fare un test. Alcune strutture di test drive-through hanno avuto lunghe code e ore imprevedibili, riporta il Journal.

Per ottenere il massimo valore da tutti questi test, i funzionari dovranno razionalizzare e semplificare questi processi di test. I pazienti hanno bisogno di regole prevedibili per quando possono essere testati e un processo prevedibile per ottenere effettivamente un test e ottenere risultati. E i funzionari della sanità pubblica hanno bisogno di metodi standardizzati per raccogliere i risultati dei test

Alcuni laboratori soffrono anche di una carenza di forniture, riferisce Axios . Come abbiamo spiegato nel nostro esplicatore di febbraio, testare il virus dietro COVID-19 è un processo in più fasi che coinvolge una serie di reagenti chimici. Questi prodotti chimici sono per lo più disponibili immediatamente, ma il sistema non è progettato per gestire picchi improvvisi e massicci della domanda.

“Manteniamo molto la ridondanza nella parte posteriore delle nostre menti”, ha detto ad Axios Michael Mina di Harvard. “C’è il timore che alcuni articoli possano esaurirsi e quindi non appena vivremo il nostro test, inizieremo a convalidare altre modifiche.”

Lo abbiamo visto di prima mano. Giovedì, il caporedattore di Ars Eric Bangeman è andato in un sito di test drive-through vicino a casa sua nella zona di Chicago per ottenere alcune foto per questa storia. Venerdì, l’ospedale che ospita questi test ha annunciato che stava sospendendo il suo programma di test drive-through a causa della carenza di kit di test.

Tuttavia, ci sono tutte le ragioni per aspettarsi che i fornitori di test risolvano questi problemi. Il numero di test sul coronavirus è aumentato vertiginosamente questa settimana e dovremmo aspettarci che i progressi continuino nelle prossime settimane. E questo è importante perché l’America farà molti più test per tenere sotto controllo l’epidemia di coronavirus.

I passi falsi federali significarono che l’America iniziò dietro ai test

L’America ha iniziato a testare la capacità a causa di una serie di errori iniziali delle agenzie federali. La storia inizia il 31 gennaio, quando il Segretario alla Salute e ai Servizi umani dichiarò che il nuovo coronavirus era un’emergenza per la salute pubblica. A causa di una stranezza nella legge federale, questa dichiarazione significava che chiunque volesse testare il coronavirus doveva prima chiedere l’approvazione della Food ad Drug Amministrazione.

La FDA ha molta discrezione nel modo in cui utilizza tale autorità. L’agenzia avrebbe potuto avviare un processo semplificato per consentire a una vasta gamma di organizzazioni di creare i propri test. Ma non è stato così.

I Centers for Disease Control stavano lavorando a un test sul coronavirus e inizialmente la FDA decise di non consentire a nessun altro di sviluppare test autonomamente. Sfortunatamente, quando il CDC ha inviato una serie iniziale di kit di test del coronavirus a laboratori statali e locali, molti dei laboratori non sono stati in grado di convalidare i risultati.

Gli sforzi del CDC per risolvere questo difetto hanno perso tempo prezioso. Con un numero limitato di test disponibili, inizialmente il CDC ha limitato i test a coloro che avevano recentemente viaggiato verso hotspot di coronavirus o quelli che erano entrati in contatto con un coronavirus noto. Ciò ha reso difficile tenere traccia dei primi casi di diffusione della comunità negli Stati Uniti.

I test del coronavirus stanno crescendo esponenzialmente

Alla fine, il 29 febbraio, la FDA ha aperto le porte ad altri laboratori sviluppando i propri test. In base al nuovo quadro della FDA, i laboratori che soddisfano determinati requisiti normativi precedenti potrebbero iniziare a utilizzare i propri test prima di ottenere l’approvazione esplicita dalla FDA. Sotto la nuova guida, i laboratori hanno avuto un periodo di grazia di 15 giorni dopo aver iniziato i test per archiviare i documenti necessari con la FDA.

“Ciò ha cambiato tutto”, ha detto un direttore di laboratorio al New Yorker. “Non abbiamo dovuto aspettare per ottenere i moduli e quindi attendere la risposta.”

Tale decisione ha aperto le porte. Nelle ultime tre settimane, il volume dei test sul coronavirus è cresciuto esponenzialmente. I dati del progetto di monitoraggio COVID mostrano che il numero totale di test coronavirus eseguiti negli Stati Uniti è cresciuto da meno di 1.000 il 4 marzo a quasi 10.000 entro il 12 marzo e oltre 100.000 entro il 19 marzo.

Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
25 + 5 =