Revisione distro Linux: sistema operativo Clear Linux di Intel

Seguici

La distribuzione Clear Linux di Intel ha attirato molta attenzione ultimamente, a causa delle sue prestazioni di riferimento incongruentemente elevate. Sebbene la distribuzione sia stata creata ed è gestita da Intel, anche AMD consiglia di eseguire benchmark delle sue nuove CPU su Clear Linux per ottenere i punteggi più alti.

Recentemente in Phoronix, Michael Larabel ha testato un sistema Threadripper 3990X utilizzando nove diverse distribuzioni Linux, una delle quali era Clear Linux, e la distribuzione di Intel ha ottenuto il triplo dei risultati al primo posto rispetto a qualsiasi altra distribuzione testata. Nel tentativo di aggregare tutti i risultati dei test in un’unica media geometrica, Larabel ha scoperto che i risultati della distribuzione erano, in media, il 14% più veloci rispetto alle distribuzioni più lente testate (CentOS 8 e Ubuntu 18.04.3).

Non c’è dubbio che Clear Linux sia la soluzione migliore se si desidera inserire i migliori numeri di riferimento possibili. La domanda non affrontata qui è: com’è eseguire Clear Linux come driver quotidiano? Eravamo curiosi, quindi l’abbiamo preso per un giro.

Installazione di Clear Linux

L’installazione è più o meno la stessa per Clear Linux come per qualsiasi altro sistema operativo: scarica la ISO, scaricala su una chiavetta USB, avvia e vai. Sono disponibili due versioni del programma di installazione: un “server” che è solo in modalità testo e un “desktop” che utilizza un ambiente desktop live con funzionalità complete. Abbiamo scelto il desktop. Sull’hardware reale, Clear non ci ha dato problemi e si è installato immediatamente, ma in un ambiente KVM, inizialmente si è rifiutato di installare, con un messaggio di errore “non riuscito a superare i controlli pre-installazione”.

Admin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
29 + 15 =